Cool Magazine International

“Gli incontri del destino” di Raffaele Di Leva

Ilaria Solazzo, giornalista pubblicista e blogger, ha intervistato per “Cool Magazine International” lo scrittore Raffaele Di Leva.

Tra i numerosi romanzi scritti da autori emergenti uno ha colpito la mia attenzione: “Gli incontri del destino”, dello scrittore napoletano Raffaele Di Leva. Ultimamente mi capita infatti di leggere sempre più romanzi scritti da autori emergenti. I social network e i gruppi di lettura sono sicuramente ottimi canali per promuovere i propri scritti e, per quanto mi riguarda, far parte di numerosi gruppi di lettura mi dà la fantastica possibilità di entrare in contatto con un numero enorme di persone! Tra queste, ovviamente, ci sono tanti scrittori emergenti! “Gli incontri del destino”, pubblicato dalla casa editrice VIOLA EDITRICE e scritto dall’autore campano Di Leva è un romanzo bellissimo che colpisce dalla prima pagina.

Intervista allo scrittore Raffaele Di Leva, autore del libro “Gli incontri del destino”… un invito a credere nel potere di certi incontri combinati. L’autore, con un linguaggio fluido e con parole scelte con la giusta cura, ci parla di una coppia apparentemente come tante, dove il vero protagonista è l’Amore. E lo fa senza mai diventare banale. Dalle sue parole emerge una sensibilità nell’interpretare i sentimenti umani davvero fuori dal comune.

INTERVISTA

ILARIA – Ciao Raffaele e benvenuto. Grazie di aver accettato di scambiare quattro chiacchiere con me! Vorrei chiederti innanzitutto come riesci a conciliare la professione di ingegnere con quella di scrittore.
RAFFAELE – Non è semplice far conciliare le due cose, data anche l’eterogeneità tra i due ambiti. La priorità va ovviamente al lavoro che svolgo in qualità di analista programmatore e sviluppatore informatico, mentre la scrittura è una passione da coltivare nel tempo libero. Infatti, durante la settimana riesco a volte a scrivere qualche pagina al termine della giornata lavorativa. Invece, nel corso del weekend, cerco di dedicare anima e corpo alla stesura di un discreto numero di pagine, in maniera tale da dare continuità alla narrazione.

ILARIA – Come è nata l’idea di scrivere questo libro?
RAFFAELE – Ho deciso di scrivere il mio primo romanzo rosa nel corso del 2018, come desiderio da realizzare in occasione del compimento del trentesimo anno di età. All’inizio non è stato per nulla semplice, perché una cosa è recensire un libro o scrivere una decina di righe sui social, un’altra cosa è romanzare, creare una storia, curare i minimi dettagli delle descrizioni e dei dialoghi, entrare nel merito delle vicende narrative. Tuttavia, con forza e coraggio, ho deciso di mettermi in gioco e di lanciarmi, come esordiente, in questa avventura letteraria.

ILARIA – Il protagonista principale del suo libro è l’Amore. Cosa spinge l’essere umano ad innamorarsi?
RAFFAELE – Credo che non ci sia cosa più bella di condividere un tramonto, una passeggiata, una cena con chi ci è accanto senza, tuttavia, perdere le proprie peculiarità e senza snaturarsi per accontentare l’altro, altrimenti si finirebbe col pensare solo con la testa dell’altro, vivere la vita dell’altro. Ho cercato nel romanzo di descrivere una romantica storia d’amore in tutte le sue particolari e infinite sfaccettature, vissuta giorno dopo giorno tra alti e bassi, tra limiti, incertezze e delusioni sentimentali da una parte, e piccole conquiste personali e traguardi raggiunti dall’altra. Anche questo fa parte della vita di tutti i giorni: ci sono gioie e dolori, successi e fallimenti da vivere in coppia e col supporto, il sostegno, l’incoraggiamento da parte dell’altro.

ILARIA – Ci racconti il percorso emotivo, di studio e di ricerca che ti ha portato alla stesura di “Gli incontri del destino”?
RAFFAELE – Il romanzo si è scritto letteralmente da sé. Già avevo in mente tutta la trama, dall’inizio alla fine, trattandosi di una storia d’amore che avrei voluto vivere e che non ho vissuto. Era presente ogni scena nella mia mente sin da subito e la parte più complessa è stata quella di mettere nero su bianco, tramutare le idee nell’intera struttura narrativa, lasciandomi affascinare, coinvolgere e trasportare dall’arte del romanzare. Spero di essere cresciuto insieme ai personaggi e loro con me nel corso della stesura di questo romanzo d’esordio.

ILARIA – Quale messaggio speri di trasmettere a coloro che leggeranno “Gli incontri del destino” e a quale pubblico credi sia rivolto principalmente questo libro?
RAFFAELE – “Gli incontri del destino” è una eredità letteraria che lascio a tutti i lettori, a partire da un pubblico adolescente fino ad arrivare ad una platea più adulta. Ho messo per iscritto le mie visioni sull’amore, visto come forza motrice dell’universo in grado di contrastare e avere la meglio sulla ruota del destino, che cambia le carte in tavola quando si è certi di avere le risposte a ogni domanda della vita.

ILARIA – In questo momento quale libro c’è sul suo comodino?
RAFFAELE – Al momento sto dedicando tutto me stesso per qualcosa che bolle in pentola in ambito letterario e, purtroppo, sto dedicando poco tempo alla lettura. Una volta terminate queste attività, leggerò “Come il mare di notte” di Martina Boselli, a cui vanno i miei più sentiti auguri per la pubblicazione di questo suo primo libro che rappresenta un “self-help”, nonché una mano tesa per crescere, maturare, rileggersi introspettivamente. Ho tantissima stima per lei e le faccio un grandissimo in bocca al lupo per i suoi progetti futuri in ambito letterario. Successivamente mi dedicherò alla lettura del libro “L’ultimo caffè della sera” di Diego Galdino, con cui ho avuto l’immensa fortuna di confrontarmi e ricevere i suoi personali auguri per “Gli incontri del destino” e per il futuro. Anche a Diego faccio un grandissimo in bocca al lupo, soprattutto per il libro “Storia di un ospite” che sta presentando in questi giorni. Infine, mi occuperò della lettura de “Il tempo delle ciliegie”, l’ultimo romanzo di Nicolas Barreau, il mio autore preferito in assoluto a cui cerco alla lontana di ispirarmi per i romanzi rosa.

ILARIA – Cosa pensi della classe politica attuale?
RAFFAELE – La strada da percorrere è ancora lunga, ma speriamo bene per il futuro del nostro paese.

ILARIA – Cosa significa, per te, amare una persona?
RAFFAELE – È un caleidoscopio di sensazioni ed emozioni che si compenetrano tra loro. Non occorrono grandissimi gesti, ma credo che l’amore risieda nelle piccole attenzioni da dedicare all’altro, nei pensieri che ci sfiorano la mente durante la giornata o quando, ad esempio, siamo in giro a fare compere e, vedendo un oggetto, pensiamo “Uh, questo potrebbe piacerle!”. Amare una persona significa esserci sempre per quella persona, durante i giorni di sole e soprattutto durante i giorni di pioggia, cercare di costruire qualcosa di solido insieme, consolidare i pregi dell’altro e andare a nozze con i suoi difetti, che dovrebbero essere un punto di aggregazione e non di separazione. Facile a dirsi e difficile da mettere in pratica, ma mai smettere di credere nell’amore!

ILARIA – Che rapporto hai con Dio?
RAFFAELE – Un rapporto speciale che ho cercato di inserire anche nel libro. Infatti, la protagonista Chiara, pur essendo inventata, è una ragazza che frequenta la mia stessa parrocchia del Buon Pastore nel quartiere di Fuorigrotta. Si tratta di una persona che canta nel coro, frequenta l’Azione Cattolica, si mette in gioco in ambito spirituale.

ILARIA – Una domanda più intima. Qual è il regalo più prezioso che una madre possa fare al proprio figlio?
RAFFAELE – Senz’alcun dubbio la semplicità! Purtroppo, è venuta a mancare quasi sette anni fa, ma sono vivi dentro di me i momenti trascorsi con lei, i suoi insegnamenti, il suo amore, il suo affetto, la sua bontà e, soprattutto, la sua genuinità. A lei va la dedica di questo primo romanzo letterario.

ILARIA – Che rapporto hai con tuo fratello? e con tuo padre?
RAFFAELE – Dopo la perdita di mia madre, ci siamo legati ancor di più per fare “squadra” insieme e andare avanti, nel suo ricordo, nella vita di tutti i giorni, che è sempre piena di insidie e ostacoli da superare.

ILARIA – I tuoi prossimi progetti letterari quali sono?
RAFFAELE – Per il momento mi sto occupando di promuovere il primo romanzo, con la speranza di riuscire ad organizzare in futuro qualche firmacopie, qualche evento letterario col pubblico. C’è qualcos’altro che bolle in pentola… speriamo bene!

Info sull’autore del libro

Raffaele Di Leva, è nato a Napoli, il 27 gennaio 1988. Laureato in Ingegneria Aerospaziale e Astronautica, lavora come analista programmatore e sviluppatore informatico. Scrivere è sempre stata una sua passione sin da piccolo, coltivata nel corso degli anni della maturità liceale e in parallelo durante il periodo universitario e lavorativo, sebbene a stampo più scientifico. Quest’opera rappresenta il suo esordio letterario.

Non era stato un semplice incontro del destino, era stato uno scontro del destino! L’impatto era stato devastante, come due treni ad alta velocità che viaggiano in direzioni opposte sullo stesso binario: il binario dell’amore!

http://www.violaeditrice.it/authors/gli-incontri-del-destino/

Gli incontri del destino, una lente di ingrandimento sugli istanti iniziali di una relazione sentimentale tra due giovani ingegneri. In questo romanzo viene descritto l’amore, visto come forza motrice dell’universo in grado di contrastare e avere la meglio sulla ruota del destino, che cambia le carte in tavola quando si è certi di avere le risposte a ogni domanda della vita, generando nel presente o facendo emergere talvolta dal passato, inaspettati incontri e intrecci amorosi tali da travolgere le vite di chi ne è protagonista. Gli incontri del destino è l’omaggio ai variopinti scenari, panorami e spaccati di Napoli, Roma e Parigi, che fanno da cornice a questa romantica storia d’amore in tutte le sue particolari e infinite sfaccettature, vissuta giorno dopo giorno tra alti e bassi, tra limiti, incertezze e delusioni sentimentali da una parte, e piccole conquiste personali e traguardi raggiunti dall’altra.

Dettagli sul libro

Autore: Raffaele Di Leva.
Editrice: Valentina Succi.
Casa editrice: Viola Editrice.
Collana: romanzi.
Anno edizione: 2020.
In commercio da: novembre 2020.
Pagine: 243.
Grafica strutturale: Luca Dentale.
Copertina: flessibile a colori.
Foto di copertina: 170862062 Ded Mityay – Dreamstime.com.
Tipo: brossura.
EAN: 978 – 88 – 31250 – 32 -0.
ISBN: 978 – 88 – 31250 – 32 -0.
Prezzo: 15 euro.
Distributore: LIBRO.CO

Dove poter acquistare il libro online

https://www.lafeltrinelli.it/incontri-del-destino-libro-raffaele-di-leva/e/9788831250320?msclkid=aa6392b1f6d811ec8c92c5f953561e90

https://www.mondadoristore.it/Gli-incontri-del-destino-Raffaele-Di-Leva/eai978883125032/?fbclid=IwAR1bbxJdsb7vdrph8cChB1fPDp-RIVIyRPMOM6xsvxavjbEp7ZVnFbpi8R8

https://www.ibs.it/incontri-del-destino-libro-raffaele-di-leva/e/9788831250320?utm_source=kelkoo.it&utm_medium=cpc&utm_campaign=comparatore&msclkid=8c22fddcf6d911ec9477608f22ad8fc8

http://www.violaeditrice.it/prodotto/gli-incontri-del-destino/

https://productshopper.it/detail/17-2-138205-58fc03dbb1d3d04d4ce7d7865fee3724/raffaele-di-leva-gli-incontri-del-destino-isbn9788831250320?cm=PS_IT_B_SH_KE_06-d&d=c&mid=c5c92df325401cef5f584f49ce4a148d&msclkid=c5c92df325401cef5f584f49ce4a148d

COOL MAGAZINE INTERNATIONAL 2022 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Questa intervista è stata rilasciata telefonicamente dallo scrittore Raffaele Di Leva alla giornalista pubblicista Ilaria Solazzo. Ne è severamente vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto d’autore (L. 22.04.1941/n. 633).

(Visited 53 times, 1 visits today)