Cool Magazine International

“UNA VITA PER LA MUSICA”

“GIUSEPPE LONGO… UN GRANDE CANTAUTORE ITALIANO”

Intervista a cura di ILARIA SOLAZZO.

La blogger e giornalista pubblicista Ilaria Solazzo ha intervistato, quest’oggi, l’artista Giuseppe Longo.

Un nuovo ed entusiasmante progetto è in fase di realizzazione per il cantautore siciliano Giuseppe Longo. Nei prossimi mesi, l’artista pubblicherà, infatti, il suo primo album di cover, al fine di omaggiare i brani sull’amore che hanno lasciato il segno nella sua vita. Un lavoro, la cui uscita è prevista per l’estate 2022. Longo affiancherà al suo primo album di cover anche un tour promozionale in giro per i vari locali romani, dove non mancheranno alcuni dei suoi brani di successo, come “Il Volo di Icaro”.

“…spesso ci interroghiamo sul senso della vita, sul suo mistero e, anche se forse non ve ne accorgete, paradossalmente, queste domande, ci dànno la benzina per andare avanti nella speranza di capirci qualcosa, quasi fosse un gioco a premi tra noi e la vita, eludere la noia, mantenerci vivi e, quindi, cercare di creare, noi, un senso per la nostra esistenza. Vi siete mai chiesti come vivremmo se qualcuno ci svelasse il mistero della vita? A mio avviso, all’inizio, ci sarebbe molta euforia ma poi, è proprio lì, che cominceremmo ad annoiarci…” cit. Giuseppe Longo.

INTERVISTA
Musicista, cantautore ed interprete italiano di origine siciliane. La sua passione per il canto e la musica nasce sin da quando era piccolo, gli piaceva ascoltare musica. Giuseppe scrive ciò che vive, ciò che prova e ciò che oggi il mondo vive. La musica, per lui, è vita, amore, gioia , lacrime, dolore, ricordi e persone. Longo si esibisce da tempo in numerose manifestazioni nazionali ed internazionali, con successo. Solare nelle liriche e nelle ritmiche, il suo progetto sposa il sound del pop internazionale in lingua nostrana. Genuino, ma mai naif si colloca in un segmento musicale trasversale. La carriera da professionista nel mondo dello spettacolo è ciò che lo rende davvero felice. Determinato e solare, come dire, un “ragazzo” alla mano. Innovazione anche nella comunicazione… a breve ci sarà una grossa novità.

ILARIA – Ciao Giuseppe e benvenuto su “Cool Magazine International”. Ti va di presentarti rapidamente ai nostri lettori?

GIUSEPPE – Ciao Ilaria, e grazie per questa intervista. Sono davvero contento di essere finalmente presente su “Cool Magazine International”. Dunque, per chi ancora non mi conoscesse, mi chiamo Giuseppe Longo e di professione faccio il poeta/cantautore. 

ILARIA – Per quanto riguarda i tuoi brani, ce n’è qualcuno da cui ti senti maggiormente rappresentato?

GIUSEPPE – Sì. Si tratta de “Il Volo di Icaro”. Chiunque volesse ascoltarlo o vederlo, può andare su YouTube digitando il titolo. “Il Volo di Icaro” è un viaggio attraverso le utopie dell’uomo. Ritengo, infatti, che un’opera d’arte non debba essere descrittiva, ma evocativa. Quando mi esibirò, prossimamente, nei locali per promuovere il disco di cover lo farò ascoltare dal vivo a tutti i presenti durante le varie serate romane.

ILARIA – Hai affermato pubblicamente su Facebook che la poesia non è morta. E’ stata, solamente, dimenticata. Spiegaci meglio…GIUSEPPE – Ti rispondo subito con questo mio pensiero: Credo che non ci sia cosa più bella che evitare le autostrade per camminare ai loro fianchi, lì dove la natura sfoggia orgogliosa il suo spettacolo e, improvvisamente, felice di vedere qualche spettatore inatteso ormai da anni e prima che il progresso (o presunto tale) la abbandonasse come cane in estate o come oggetti obsoleti in una soffitta piena di ragnatele e semi buia. Lo spettacolo apre il suo sipario con profumi inebrianti di piante e fiori, alberi secolari, immensi campi di frutti e arati, vecchie case sposate al tempo invecchiato come loro ma che regalano, ancora, spunti poetici per completare poesie rimaste incompiute da quando eravamo, addirittura, bambini; tramonti e albe meravigliosi che solo la campagna può accarezzare la loro poetica; poi la notte bucolica, la luna, l’abbaiare lontano di cani, il vento, i grilli, il silenzio.

ILARIA – I tuoi brani hanno tutti un comune denominatore: l’amore. Giusto?

GIUSEPPE – Giustissimo. L’amore è l’argomento predominante. Vi è l’amore lodato, inneggiato, corteggiato. Sono tutti brani vecchio stampo e molto belli. Nei miei brani, seppur io non vada, nei testi, alla ricerca dei soliti cliché cerco sempre di fare qualcosa di diverso per non essere mai ripetitivo. 

ILARIA – Cosa rappresenta per te la musica?

GIUSEPPE – La musica, per me, così come la poesia e l’arte, in generale, rappresenta l’ossigeno che mi fa respirare, un motivo per la mia esistenza. La musica è la medicina che uccide la noia e tutte le bruttezze che sfregiano questo mondo. Invito, a tal proposito, tutti i miei fans ed i vostri fedeli lettori a visionare il mio lavoro, dal titolo, “Il volo di Icaro” su YouTube, di seguito il link https://www.youtube.com/watch?v=oCWDykHDSDA

ILARIA – A quale genere musicale sei maggiormente legato?

GIUSEPPE – Mi ispiro molto ai cantautori (specie quelli italiani), di conseguenza, direi che la mia è musica d’autore.

ILARIA – Quali le novità per te in arrivo in questo mese di maggio?

GIUSEPPE – Sto lavorando ad un disco di inediti poiché voglio dire la mia anche come cantante oltre che come cantautore. 

ILARIA – A quali progetti stai lavorando in questo periodo?

GIUSEPPE – In vista dell’estate, voglio portare in giro il disco a cui sto lavorando insieme alla band che si è riunita dopo il triste avvento del covid.

ILARIA – Da quali musicisti e cantanti internazionali trai ispirazione?

GIUSEPPE – Sono molto attratto da Sting, Elton John, Paul McCartney e lo stesso John Lennon… lo sò, sono i classici, ma i migliori. Non posso che ispirarmi a loro, dato che ho la pretesa di fare della buona musica.

ILARIA – Quali sogni nel cassetto desideri ancora realizzare in questo 2022?

GIUSEPPE – Realizzare un disco di cover e, più in la, un altro di inediti (mi auspico, verso la fine dell’estate). Portare in giro questi brani insieme alla mia band, mi darà una nuova carica emotiva. Credo che, per adesso, ho tutti i presupposti per ringraziare questo 2022.

ILARIA – La musica contemporanea tocca vari aspetti della vita di ogni individuo. Ti va di sviluppare il concetto dal tuo punto di vista?

GIUSEPPE – Se posso permettermi una piccola critica: la musica di oggi tocca gli aspetti più violenti della nostra vita, non colgo nessun ingrediente che riesca a farci emozionare ed a farci sognare. Dal canto mio, con la mia musica, non so se ci riesco ma, perlomeno, ci provo.

ILARIA – Se tu vincessi 100 mila euro come investiresti tale somma?

GIUSEPPE – Investirei nella sperimentazione musicale, alla ricerca di nuovi stimoli e, sicuramente, andrei in giro per il mondo alla scoperta di nuove culture musicali.

ILARIA – Con chi ti piacerebbe duettare in concerto o in un evento benefico?

GIUSEPPE – Fosse ancora con noi, sicuramente con il compianto Franco Battiato. Oggi, sicuramente Venditti, de Gregori, Baglioni ecc.. sono i maestri che corteggerei per fare dei bellissimi duetti.

Contatti social di Giuseppe Longo

YouTube

https://www.youtube.com/channel/UCzK24v47IS0M8CHXqWHohOA/featured

Facebook

https://www.facebook.com/giuseppe.longo.9883

“…forse sbaglio nel farmi definire ‘cantautore’. In realtà, ‘poeta’, credo sia l’appellativo che più mi si addice, sempre se di tale appellativo io mi possa fregiare, dato che utilizzo la musica come una gabbia, seppur dorata, ma pur sempre una gabbia dove incastonare le parole e dove quest’ultime, a volte, sembrano gridare il loro aiuto per ritornare ad essere libere e rivendicare la loro identità. Di conseguenza, è per questo che faccio di tutto per regalare loro, una gabbia bellissima dove vivere in pace e per sempre, la loro prigionia…” cit. Giuseppe Longo.

Giuseppe Longo è un poeta cantautore, autore, tra le sue tante brillanti canzoni, vi invitiamo ad iscrivervi al suo canale YouTube, grazie al quale potrete ascoltare ‘Il volo di Icaro’ https://www.youtube.com/watch?v=oCWDykHDSDA

COOLMAGAZINEINTERNATIONAL 2022 © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Questa intervista è stata rilasciata telefonicamente da Giuseppe Longo, in esclusiva, alla giornalista pubblicista Ilaria Solazzo. Ne è severamente vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto d’autore (L. 22.04.1941/n. 633).

(Visited 4 times, 1 visits today)